• Chiama: 0833 911 722
  • Email: sorgentecomunita@libero.it
  • Orari di apertura: 8:00 - 14:00

Modalità d'accesso all'Assistenza Domiciliare

Modalità d'accesso all'Assistenza Domiciliare

La procedura di valutazione e presa in carico si articola nelle seguenti fasi.

La domanda di accesso al servizio ADI è formulata dalla persona in stato di bisogno o, in caso di interdizione, dal tutore ovvero, con il consenso informato della persona interessata, da un familiare, dall’assistente sociale interessato al caso, dal MMG/PLS, dal medico della unità ospedaliera, dal soggetto civilmente obbligato.

La domanda è corredata da una relazione medica del MMG/PLS o del medico del Reparto ospedaliero per pazienti in fase di dimissione ospedaliera, o dal medico dell’Unità Operativa Territoriale presso cui è in carico la persona: in cui sono riportate:

  • la diagnosi clinica
  • le terapie al momento praticate
  • la condizione di non autosufficienza dell’assistito e il livello di dipendenza psicofisica
  • le motivazioni cliniche e assistenziali
  • le proposte di trattamento terapeutico-riabilitativo che rendono necessario il regime di assistenza richiesto

La domanda e la relazione sono trasmesse alla Società tramite consegna a mano, tramite corriere o servizio postale, tramite fax o e-mail utilizzando la modulistica disponibile anche presso le sedi della Società oppure online sul sito web della Società.

La documentazione è esaminata dal Responsabile Medico del servizio ADI e dal Coordinatore Responsabile ADI che, entro 24/72 ore dalla sua presentazione e in relazione alla tipologia delle prestazioni richieste nonché alla disponibilità delle risorse umane e strumentali, programmano l’intervento e danno inizio alle prestazioni.

  • Prestazioni semplici: la figura professionale preposta all’intervento contatta il paziente o un suo familiare per concordare la data dell’accesso e dell'esecuzione della prestazione.
  • Piani di servizio complessi: la documentazione pervenuta viene esaminata dal Responsabile Medico congiuntamente con il Coordinatore Responsabile ADI ; la documentazione è consegnata alla PUA che, valutata la completezza della documentazione e la complessità del caso, attiva l’UVM. Quest’ultima, entro il termine massimo di 20 giorni dalla data della richiesta di accesso, fatte salve le procedure per l’accesso di urgenza e le dimissioni protette, esamina la domanda, effettua la valutazione del caso e cura l’elaborazione del Progetto Assistenziale Individualizzato (PAI). In caso di non eleggibilità motiva il diniego. Con la decisione di presa in carico a seguito di Valutazione Multi dimensionale positiva da parte dell'UVM vengono individuate le figure professionali preposte all’assistenza codificata con la stesura del Piano Assistenza Individualizzata - PAI (concordato con il MMG). Il più rapidamente possibile, le figure preposte all’assistenza domiciliare contattano il paziente o un suo familiare per concordare tempi e modi dell’intervento.

All’utente o ai familiari viene consegnata la seguente documentazione:

  • Carta dei Servizi ADI;
  • Regolamento Interno ADI;
  • Modulo di informazione e consenso al trattamento dei dati personali per la tutela della privacy;
  • Copia consenso informato per ogni tipo di prestazione effettuata.

Sulla documentazione clinica e con le modalità indicate per l’assolvimento del debito informativo, sono segnalate tutte le situazioni che determinano modifiche o interruzioni del percorso di assistenza come sospensione del servizio per cause intercorrenti, rivalutazione del PAI per intervenute variazioni clinico-funzionali o conclusione del piano di assistenza per dimissione del paziente.

Le dimissioni dal servizio possono essere per guarigione, decesso o trasferimento ad altro Ente erogatore previa comunicazione da parte dell’interessato al Servizio di Assistenza Domiciliare Integrata della Società.

La documentazione clinica (fascicolo socio-sanitario personale che documenti gli accessi, le prestazioni, il materiale sanitario utilizzato) relativa al paziente è mantenuta al domicilio dello stesso nel rispetto delle vigenti normative di tutela dei dati sensibili (privacy) e di attuazione del consenso informato per le procedure che lo richiedono.

Presso la sede della Società è mantenuta la documentazione inerente all’attivazione del piano di assistenza e alla valutazione multi dimensionale.

La Società provvede, in base alle vigenti normative, all’assolvimento del debito informativo contenente i dati relativi all’utenza assistita. Il Servizio di Vigilanza di competenza provvede alla validazione di quanto inviato e, nel caso non sussistano errori, archivia le informazioni ricevute procedendo alle verifiche in merito (appropriatezza); al termine delle verifiche il servizio di Vigilanza conferma alla Società erogatrice del Servizio ADI la validazione del debito informativo.

Se la domanda non può essere accolta, la decisione motivata viene comunicata al soggetto presentatore della domanda.

 

Sorgente srl offre cure e servizi domiciliari di carattere sanitario, socio-sanitario, socio-assistenziale, riabilitativo e tutelare.

Orario di apertura Uffici Amministrativi

da lunedì a venerdì
dalle 8:00 alle 14:00

Informazioni contatti

Chiama ora: 0833 911 722
Invia una mail a sorgentecomunita@libero.it
Sede: Via Sant'Antonio da Padova 24
73057 Taviano, LE, Italia